A1 terza corsia: autostrade si presenta con immagini virtuali falsate!

Ridicolo ed offensivo da parte di Autostrade presentarsi ad Antella, Bagno a Ripoli , mercoledì sera 18/5/16, all’incontro con i cittadini organizzato da Sindaco Casini e dal Pd di Antella, con rappresentazioni grafiche falsate ad arte.
Per mostrare il netto miglioramento dei flussi veicolari prima e dopo, sono stati evidentemente ingrandite le scale delle dimensioni dei veicoli pesanti sul vecchio tracciato e rimpiccioliti sul nuovo viadotto.
Credendo forse che i cittadini di Bagno a Ripoli siano una massa di pecoroni ineruditi e analfabeti, intendevano evidentemente fare apparire netto e distinto il miglioramento apportato dall’opera di realizzazione della terza corsia.
Con quale credibilità dobbiamo prendere tutta l’opera e la società Autostrade, che deve dare garanzie e certezze sugli effetti dell’opera che verrà realizzata, soprattutto relativamente alla enorme colata di calce di 24 ettari, alta 20mt, che verrà depositata sopra l’abitato di Antella nella valle dell’Isone?
Le prescrizioni normative devono prevedere garanzie tecniche per i prossimi 200 anni, ma quale serietà possiamo riversare in una società che per fare approvare e accettare tale progetto, si presenta con immagini virtuali falsate che falsano la percezione e influenzano le valutazioni?
Che credibilità ha un sindaco e la sua giunta, che non si accorgono della mistificazione dei fatti e dei documenti e viene smascherato dai cittadini? 
Mi auguro che tali mistificazioni siano circoscritte a queste due sole immagini e che non siano presenti nei documenti presentati per l’approvazione della Via, che è stata rilasciata un anno e mezzo fa e della cui il sindaco Casini ha tenuto all’oscuro, fino a poche settimane fa, tutti, consiglieri compresi!!
Ps: Dalle immagini trasmesse in sala, che pubblico, si possono notare come la scala di dimensionamento dei veicoli e dei camion pesanti, risulti diversa e che dia la percezione di diverso spazio sul tracciato, creando una percezione di miglioramento molto maggiore del reale.

Pubblicato in Politica | Lascia un commento

A1 Terza Corsia: sperando che sia una commedia e non un dramma !!

Trovo singolare che il PD di Bagno a Ripoli e il Sindaco Casini con tutta la sua giunta, rispondano alle proteste dei cittadini ie dell’associazioni con una serata informativa ad una settimana dalla nuova data della Conferenza dei Servizi, dove si farà partire l’opera della Terza Corsia A1 Fi-sud.

Dopo l’assemblea del 13 aprile u.s. a Osteria Nuova, il Sindaco di Bagno a Ripoli e Autostrade spa, hanno dovuto rimandare di un mese la Conferenza dei Servizi.

Gravi le accuse che le opposizioni hanno mosso all’amministrazione e soprattutto al sindaco, che ricordo era assessore ai lavori pubblici e bilancio, nell’amministrazione precedente con Bartolini sindaco.

Le gravi accuse sono in prima istanza di assoluta mancanza di trasparenza e coinvolgimento dei consiglieri comunali e dei cittadini alle informazioni e decisioni riguardanti il comune, che vanno a impattare enormemente col territorio.

Dopo anni in cui l’amministrazione sapeva cosa bolliva in pentola, partecipando a incontri bilaterali, all’ultimo minuto i consiglieri e i cittadini sono venuti a conoscenza di fatti gravissimi, come ad esempio l’accoglimento delle terre di scavo dei tunnel e del cantiere A1, che verranno depositati in Bagno a Ripoli e non più su Rignano S.A.
Già il fatto che Rignano sia il comune natio del premier Renzi, fa pensar male che ci sia lo zampino da Roma, per aver fatto digerire al nostro sindaco l’amara pillola, dello spostamento delle terre inquinate, magari in promessa di una carriera fulminante nella politica, ma anche se queste sono solo illazioni che girano nei bar ripolesi o nella testa di tanti cittadini, non si capisce il cambio di decisione all’ultimo minuto.

Altra grave notizia sono i dati sui terreni scelti per depositare la mega discarica, che sono gravati da vincoli ambientali nazionali e regionali tali da impedirne l’uso per tale destinazione. Abbiamo un amministrazione che da il via ad un opera faraonica, con mega discarica di terre inquinate proprio a monte del paese dell’Antella, in zona vincolata, così che ci ritroveremo a stretto giro l’opera bloccata e il cantiere fermo per anni, per ricorsi e intoppi burocratici, con doppia beffa.

Altra grave notizia è che sembra che le opere e le somme destinate a compensazione per i comuni interessati sono sbilanciate i maniera esagerata a favore del comune di Rignano s.a., cioè 13,5 milioni per Rignano e solo 3 milioni a Bagno a Ripoli.
Quale sindaco potrebbe vantarsi di maggior successo?

Prendere tutte le terre che spettavano al comune limitrofo e solo un quarto delle somme di compensazione, mi sembra un grande risultato.

Solo queste gravi circostanze meriterebbero incontri di confronto con la cittadinanza, cosa che il Pd invece non vuole fare, ma anzi cerca di proseguire nella propaganda a favore dell’opera.

E’ di oggi la decisione di organizzare un evento il 18 p.v. all’Antella, ipocritamente invitando i cittadini a venire, informarsi e porre domande, come se ci potesse essere ascolto delle istanze e partecipazione cittadina alle decisioni.

Sarebbe stato auspicabile attivare un bel percorso di partecipazione, con tanto di finanziamenti regionali e europei, come è successo sulla consultazione un po’ farlocca sulla scuola di Croce a Varliano, ma almeno aveva una parvenza di dialogo.

Ci vediamo il 18 p.v. allo spettacolo che verrà messo in scena dal sindaco e la sua giunta, sperando che sia una commedia e non un dramma !!

http://www.quiantella.it/2016/05/11/lautostrada-che-verra-incontro-pubblico-allantella/

Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Sky – Mediaset, trust mediatico: perché nessuno si scandalizza!?

“Un caro saluto”, scrivono da Mediaset. Due ore e mezza più tardi, a lavori terminati alla Lega Calcio, la corrispondenza continua. Ancora da Mediaset: “Questa è stata più dura del solito ma ce l’abbiamo fatta. Ci sentiamo domani”. Risposta di Sky: “Anche stavolta ci siamo arrivati!“
Ora questa notizia non l’avete sentita rimbalzare come la notizia di Quarto e del tentativo di intimidazione del sindaco del movimento 5 stelle, dove peraltro la camorra ha cercato invano di inserirsi e screditare un istituzione pubblica.
Anzi avete sopportato per settimane il tentativo di screditare tutto il movimento 5 stelle grazie all’appoggio costante e gonfiato dei media, che erano tutti sincronizzati e coordinati sulla stessa notizia e sullo stesso taglio redazionale.
Questa notizia, invece, dell’indagine e della mail che conferma un accordo trasversale, è di una gravità più dura da digerire.
Non vi è stato un sistematico e pressante martellamento ogni giorno sul fatto che i media italiani siano accordati in un trust per gestire e spartire il mercato televisivo.
E come lo è per il calcio lo sarà per le altre notizie, immaginabilmente, perché la pubblicità cioè il mercato, cioè il profitto delle televisioni, sta dappertutto, nei canali tv, nello sport, come nelle notizie di politica ed economia.
Il fatto grave non è solo che si siano messi d’accordo, ma che non sia stata la prima volta, come confermano dalla mail.
Ecco che torna attualissima più di prima la battaglia contro i finanziamenti pubblici delle tv, contro il sistema opaco di gestione del calcio e degli sponsor, che hanno creato quel mondo Berlusconiano che controlla la pubblicità italiana.
Senza un informazione indipendente non abbiamo una democrazia, ma una “telecrazia” !!
Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

l’Assessore Saccardi ha paura del referendum sulla legge di riforma sanitaria regionale toscana.

L’assessore alla sanità regionale toscana sta proponendo la votazione di una legge riforma sanitaria, nuova, l’ennesima, dopo la precedente già approvata.

“Sanità da 10” la chiama il Pd, e ce la vende come una modifica voluta e dovuta come frutto di ascolto dei cittadini e istituzioni, così è stata voluta e portata all’approvazione per integrare i suggerimenti.

In questo momento l’assessore Saccardi, sta andando ad un incontro con gli attivisti del Pd al circolo Andreoni a Campo di Marte, e così con questo ultimo appuntamento inanellano una serie di incontri, organizzati ad arte per giustificare un percorso partecipativo.
http://www.pdtoscana.it/tredicesima-ed-ultima-tappa-del-tour-sulla-riforma-sanitaria-dei-consiglieri-pd-della-toscana-sanita-da-10/

Ma se domani o nei prossimi giorni si voterà, questi incontri non hanno niente di partecipativo, ma solo di promozionale. Ancora un volta il Pd toscano si dimostra ipocrita e subdolo, nello storpiare il significato della partecipazione.

La cosa più grave che sta dietro a tutto ciò, è che, modificando la legge, si annullano gli effetti della proposta di referendum che è stato depositato in Regione Toscana, firmato da 55.000 cittadini.
55.000 cittadini in due mesi scarsi hanno firmato per abrogare la legge di riforma sanitaria presentata in extremis da Rossi prima delle elezioni. Una finta riduzione e dimagrimento del corpo dirigenziale e del numero di Asl. Non cambierà niente, i costi rimarranno altissimi.
http://iltirreno.gelocal.it/regione/2015/11/10/news/il-pd-si-mobilita-per-spiegare-la-riforma-sanitaria-1.12422769

La nuova legge nella sostanza non cambia niente, cambia qualche dettaglio, ma la cosa che più di tutte cambia e garantisce il PD è l’EVITARE IL CONFRONTO CON IL POPOLO.

L’assessore Stefania Saccardi ed il suo presidente Rossi, hanno avuto una paura da 90 e hanno fatto le corse per modificare la legge e annullare la vecchia.
HANNO PAURA DI UN GIUDIZIO DEI CITTADINI E DI UN REFERENDUM.

Era solo del 24 novembre scorso l’invito del assessore verso sindaci e istituzioni a rispondere alla bozza di legge per darne un approvazione celere.
Venivano invitate le parti a leggere un documento di 132 articoli, complesso e delicato come quello sulla sanità, tema che occupa il 78% della spesa regionale, in pochi giorni.
http://www.movimento5stelletoscana.it/imbarazzante-la-scelta-partecipativa-pd-per-riforma-della-riforma-sanitaria/

Ci vediamo domani alle 15:00 al presidio sotto la Regione Toscana.

Loro non mollano, noi neppure.

ps:
Referendum Sanità: arriva il presidio ad oltranza dei comitati sotto la sede del Consiglio regionale

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/12/14/referendum-sanita-arriva-il-presidio-ad-oltranza-dei-comitati-sotto-la-sede-del-consiglio-regionale/
Copyright © gonews.it

Pubblicato in quotidianità | Lascia un commento

Anche senza candidare Di Battista, noi Vinciamo sempre!!

Quando dieci anni fa iniziammo il percorso che ci ha portato ad oggi, all’essere un movimento che ha il 25% dei seggi in parlamento, avevamo chiaro alcuni concetti. Il NON fare della politica una carriera, eliminare la nomina di personaggi illustri che venivano calati per strategia su un territorio e prendere voti. E tante altre regole come il limite dei due mandati. 

Avevamo chiaro che la democrazia futura che volevamo portare nel nostro paese era quella della partecipazione diretta del cittadino, dove ognuno insieme avrebbe maturato la soluzione giusta per la collettività.
C’erano dei rischi che avremmo corso e uno di questi era che chi, di noi normali cittadini, avrebbe goduto del prestigio di rappresentarci, avrebbe acquisito maggiore esperienza ma anche tanta visibilità e notorietà.
L’esperienza che permette di sviluppare capacità politica, avrebbe dovuto essere poi riversata nella comunità di appartenenza per permettere ad un numero sempre maggiore di cittadini di partecipare consapevolmente alla vita politica e crescere il livello di intelligenza collettiva.
Anche laddove i due mandati finivano il cittadino ormai esperto non veniva pensionato e buttato, ma restava parte integrante della comunità.

Il rischio stava e sta nell’uso di quella visibilità e notorietà acquisita per meriti del movimento e della comunità e non personali.
Se come per l’esperienza acquisita grazie ai voti del movimento, i nostri portavoce che si devono limitare a riportare la voce della comunità, con la notorietà e visibilità devono usarla per fare da megafono a tale comunità un po’ come Beppe Grillo ha fatto in questi anni.
Non devono usarla per rimarcare un ruolo individuale del candidato che ha meriti e capacità individuali certamente, ma che deve rappresentare la comunità.

Il nostro politico a 5stelle non è portatore di soluzioni individuali e per questo non è indispensabile alla vita politica.

Solo nei partiti dove l’obiettivo è la gestione del potere fine a se stesso ogni candidato è portatore di un suo carico di potere, intrecci e legami, che permettono la conquista per i pochi sui molti del potere. 
Ecco perché non è fondamentale avere Di Battista, Di Maio , Fico e Bonafede candidati in ruoli chiave o in elezioni specifiche dove si auspica di vincere le elezioni.
Il progetto che nacque dieci ami fa grazie a Beppe grillo ci doveva portare e ci porterà a rivoluzionare questo paese e la politica per come l’abbiamo intesa fino ad oggi.
Siamo un laboratorio per tutto il mondo.
La responsabilità che abbiamo non è di vincere le elezioni a Roma o Napoli ma di permettere la partecipazione di tutti i cittadini alla gestione del paese con l’avvento di un nuovo modo di fare politica.
Lo scopo è più grande caro Andrea Scanzi, e non è possibile pensare e ridurlo al gioco della gestione del potere, dove la lotta e’ per vincere a tutti i costi.
Dove i cittadini partecipano attivamente e cresce la partecipazione, noi vinciamo.
Noi vinciamo sempre!

Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento