L’ex sindaco Bartolini, attuale candidato Pd, ci spieghi perché incaricò l’ex dirigente come consulente esterno !!

Il sindaco Bartolini e la sua giunta hanno incaricato un’architetto del comune, nel 2004 dirigente del Comune di Bagno a Ripoli, di redigere il piano urbanistico, confermando l’incarico due volte dal 2004 ad oggi. In questo tempo, il nostro lungimirante dirigente, si dimette dal posto fisso e ben retribuito, per intraprendere la carriera di professionista, visti i tempi di crisi del settore edilizio; magicamente il suo mandato diventa un incarico pubblico di collaborazione esterna, che costerà alle casse comunali 500.000 € totali.

Il Ministero dell’Economia e della Finanza sembra opporre che si tratta di una doppio pagamento per lo stesso lavoro che fu eseguito dal dirigente, noi politicamente crediamo che si tratti anche di un arbitraria nomina e incarico senza requisiti e senza trasparente gara di aggiudicazione, dal momento che, se il dirigente si dimette liberamente a suo arbitrio, decade anche dall’incarico.

Il ministero dell’economia e delle finanze sta indagando ormai da un anno, quando nel maggio 2014 per un mese gli ispettori della guardia della finanza hanno fatto un blitz in comune, investigato gravemente in comune, sulle spese sostenute dall’ex sindaco Bartolini e dal suo sodale politico, l’attuale sindaco Francesco Casini, che allora era assessore al bilancio, nella giunta del comune di Bagno a Ripoli, e da un anno aspettiamo di capire quali contro osservazioni l’amministrazione intende opporre.

Il fatto grave è il pd ripolese e il pd di tutta la circoscrizione elettorale regionale di Firenze 2, non ha voluto fare chiarezza, ma bensì coperto omertosamente la vicenda ricandidando un personaggio che non ha brillato per risultati e che è sotto la lente di ingrandimento della Corte dei Conti.

Non accettiamo tale comportamento irresponsabile da parte del Pd locale e dai suoi rappresentanti che si nascondono dietro norme e leggi per impedire o ritardare l’accesso agli atti e per dare la dovuta trasparenza che al comune è imposta per legge.

Adesso il candidato Bartolini dovrebbe spiegare e sgombrare il campo da ombre dubbi sulla eticità delle sue scelte.

Lunedì 25 maggio p.v. è stata indetto un incontro aperto al pubblico appositamente per incontrare il sindaco, dove potrà spiegare alla cittadinanza.

Andrea Vannini Candidato Firenze 2 di Bagno a Ripoli

Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Il PD candida Bartolini, l’ex sindaco dalle spese pazze !! Lo invitiamo ad un incontro pubblico il 25 maggio p.v.

Il ministero dell’economia e delle finanze sta indagando ormai da un anno, quando nel maggio 2014 per un mese gli ispettori della guardia della finanza hanno fatto un blitz in comune, investigato gravemente in comune, sulle spese sostenute dall’ex sindaco Bartolini e dal suo sodale politico, l’attuale sindaco Francesco Casini, che allora era assessore al bilancio, nella giunta del comune di Bagno a Ripoli.

Il fatto grave è il pd ripolese e il pd di tutta la circoscrizione elettorale regionale di Firenze 2, non ha voluto fare chiarezza, ma bensì coperto omertosamente la vicenda ricandidando un personaggio che non ha brillato per risultati e che è sotto la lente di ingrandimento della Corte dei Conti.

L’aggravamento politico della cosa poi si ha quando il Movimento 5 Stelle, insieme a le altre forze delle opposizioni, chiede l’accesso agli atti, e gli viene sempre negato, quando il Movimento chiede chiarezza sempre rimandata.

Ieri sera l’ultimo consiglio comunale prevedeva la scadenza temporale per il sindaco per spiegare la situazione, e si comunica che avverrà a fine giugno, quando le elezioni saranno ormai finite e il sodale Bartolini eletto.

Non accettiamo tale comportamento irresponsabile da parte del Pd locale e dai suoi rappresentanti che si nascondono dietro norme e leggi per impedire o ritardare l’accesso agli atti e per dare la dovuta trasparenza che al comune è imposta per legge.

Credo che ormai il Pd locale voglia continuare sulle orme del suo maestro Renzi, e confermare le scelte politiche che hanno portato le svariate bocciature delle varie corti di cassazione, costituzionali, dei conti ed europee alle recenti leggi e decisioni di governo prese dalle amministrazioni PD, ed anche qui in Bagno a Ripoli non ci facciamo mancare il candidato sprecone.mef

Proprio così l’ex sindaco Bartolini si candida nonostante non abbia fatto chiarezza dello spreco di soldi pubblici. Lo invitiamo ufficialmente all’ INCONTRO CON I CITTADINI

lunedì 25 maggio 2015 – h21:00

Biblioteca di Bagno a Ripoli, loc. Ponte a Niccheri, via di Belmonte 38

Andrea Vannini Candidato Firenze 2 di Bagno a Ripoli

Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Evento #iIParlamentareCheTiServe con 20 parlamentari a Firenze il 21 maggio 2015

Cena di finanziamento per la campagna elettorale di Giacomo Giannarelli con i Parlamentari che serviranno ai tavoli.

METTITI COMODO… la cena te la servono i Parlamentari!

Non vogliamo finanziamenti pubblici ma ci autofinanziamo con le donazioni di chi crede in questo progetto.
Il 21 maggio il Movimento 5 Stelle, ti aspetta a Firenze, per mangiare una buona pappa al pomodoro o una pizza insieme. Dovrai solo metterti comodo: la cena te la serviranno ai tavoli i nostri Parlamentari.

Si, hai capito bene, i camerieri della serata Giacomo Giannarelli candidato governatore, Roberto Fico, Paola Taverna, Alfonso Bonafede, Nicola Morra, Carla Ruocco, Danilo Toninelli, Riccardo Fraccaro, Sara Paglini, Riccardo Nuti, Massimo Castaldo, Vittorio Ferraresi, Manlio Di Stefano, Giorgio Sorial Girgis, Francesca Businarolo, Vito Crimi, Laura Bottici.

Parteciperà alla serata anche Filippo Nogarin e Chiara Gagnarli.

QUESTO E’ LA PAGINA UFFICIALE DELL’EVENTO

Il ricavato della serata servirà a sostenere in piena trasparenza le iniziative del Movimento 5 Stelle alle elezioni regionali in Toscana del 31 maggio 2015.
il nostro candidato Presidente della Regione è Giacomo Giannarelli http://www.movimento5stelletoscana.it/

Abbiamo scelto la pappa al pomodoro, perchè stiamo dalla parte della nostra tradizione enogastronomica. Dopo lo spot di McDonald’s (sponsor di Expo 2015!) che invita a preferire l’Happy Meal invece di un prodotto locale tipico, vogliamo premiare i nostri cuochi che ogni giorno con il loro operato coltivano la nostra storia.

Ci vediamo giovedì 21 maggio dalle ore 19:30 a Firenze, alle Murate, Piazza della Madonna della Neve 3, RISTORANTE LE CARCERI.

Ore 19:30 Cena servita dai parlamentari.
15€ quota fissa.
Menù a scelta:
Menù 1) pappa al pomodoro + bevuta
Menù 2) affettati e formaggi toscani +bevuta
Menù 3) pizza +bevuta
Ore 21:00-23:00 Durante la serata verrà eseguito il trailer dello spettacolo teatrale: “il Principe e la Moneta” di Daniele Viciani.

Nell’occasione avrete modo di conoscere i vostri candidati regionali e parlare con i vostri parlamentari.

Non si prenota, si arriva, si paga la quota, si aspetta il proprio turno, si mangia e si lascia spazio ad altri restando lì nella piazzetta a condividere la serata con tutti. Stile sobrio e dinamico… stile M5S.

******SEGUI Giacomo:

https://www.facebook.com/GiannarelliGiacomo?fref=ts******

PAPPA AL POMODORO LOCANDINA + GAGNARLI

Pubblicato in M5S | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“la Scuola è la fabbrica della democrazia”

la Scuola è la fabbrica della democrazia” !!

Stasera fiaccolata contro il Ddl di riforma sulla scuola, a Firenze, dalla Leopolda alla Regione Toscana.

Stasera parteciperò con la mia figlia per dare un segnale forte di presenza, di desiderio di partecipare e contribuire.

In questi giorni sul tema scuola ho avuto il piacere e l’onore, di incontrare persone fantastiche, che stanno dando da mesi il loro contributo volontario per poter scrivere una riforma della scuola, nella vana aspettativa che il governo Renzi ascoltasse i cittadini.

Ho incontrato rappresentanti del Cdp, cioè comitato dei precari della scuola. 28-aprile

Si è aperto a me uno scenario che va oltre le più neree aspettative. La proposta di legge ddl “buona scuola” è una rivoluzione che neanche Berlusconi era riuscito a fare.

Privatizzerà la scuola e inserirà i finanziamenti privati.

Aumenterà il potere discrezionale e il nepotismo.

Eliminerà il potere dei consiglio di istituto e il “pof”, piano formativo, verrà redatto e deciso da una sola persona di nomina politica, il dirigente scolastico.

Capite che avremo la scuola del pensiero unico, molto più pericolosa che quella del fascismo di Mussoliniana memoria, perché non c’è più l’ideologia di un partito politico, ma l’unica ideologia che la governa è il profitto personale.

Dopo la sentenza della Corte Europea del novembre 2014, dove si diceva che il sistema italiano è illegittimo, dove il sistematico rinnovo dei contratti precari oltre i 36 mesi sono illegittimi, scattava l’obbligo dello Stato di assumere e regolarizzare i precari.

Il governo Renzi si dimostra arrogante e strafottente, e prevede nel suo Ddl denominato furbescamente “buona scuola” una deroga alle leggi inserendo l’art.12 , una norma che impone a chi ha fatto 36 mesi di precariato, a non poter più lavorare e così a non dover essere più assunto !!!

Dalle 100.000 alle 150.000 persone a casa con stima in difetto !!

Da ora in poi gli insegnanti verranno scelti unicamente dal dirigente, che li valuterà lui da solo, arbitrariamente.

Saranno tutti in competizione e ricatto e servi del dirigente/politico di turno.

Le scuole dell’infanzia 0-6 anni saranno totalmente date in appalto esterno a cooperative, e quando sento dire cooperative, sento odore di esternalizzazioni con effetto dumping lavorativo e sfruttamento economico al ribasso dei lavoratori, ricatto e nepotismo per assenza di controlli efficaci.

Il dirigente potrà scrivere e decidere il pof ascoltando i soggetti del territorio, in ambito culturale e economico aprendo a sponsorizzazioni che ne permettano la realizzazione, aprendo al lavoro durante il mondo della scuola.

Entreranno le multinazionali che con la loro forza e i loro lobbysti schiacceranno i dirigenti scolastici e frantumeranno ogni progetto educativo e sociale che è stato costruito fino ad oggi in Italia.

In tanti mi dicono che tanto non potremo fare niente e dovremmo solo fare la rivoluzione, occupare le scuole e i palazzi del governo, andare a scovare questi delinquenti che scrivono le leggi:

avete ragione, andrebbero fatte azioni più forti, ma siamo in italia, e noi italiani siamo sempre di memoria corta e di poca voglia di mettersi in gioco, alle riunioni informative che si occupano dei propri figli, su 25 bambini arrivano solo 3/4 famiglie!! Quindi da qualche parte dobbiamo partire.

Le fiaccolate sono propedeutiche anche ad aumentare la consapevolezza di chi si ribella per far capire a noi stessi che qualcosa si può fare.

Sono utili a far arrivare un messaggio al governo ed alle forze di opposizione che vorranno cavalcare il malcontento e quindi arriverà anche a noi tutti del M5S.

Oltre a partecipare alla fiaccolata, sto proponendo di fare incontri aperti genitori e cittadini x discutere della legge, per approfondire.

Purtroppo il grosso della protesta viene da chi è precario quindi rischia di passare come protesta in difesa del proprio lavoro, difesa del proprio orticello.

Invece la scuola è da difendere prima e sopra a tutto:

la Scuola è la fabbrica della democrazia” !!

https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=437783099733570&id=140559809455902

Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Il PD si oppone sulle “EcoFeste” proposte dal M5S in Consiglio Comunale a Bagno a Ripoli (Fi)

Lunedì 30 marzo ho assistito ad un consiglio comunale a Bagno a Ripoli stridente e demoralizzante. Il Movimento 5 stelle tramite la consigliera Quirina Cantini proponeva alcuni emendamenti e mozioni che intendevano spingere l’amministrazione verso adozione di regole che possono implementare la difesa dell’ambiente.

In particolar modo la mozione sulle EcoFeste, che riguarda l’inserimento di norme specifiche che limitino, durante lo svolgimento e organizzazione di feste di paese, sagre, eventi, l’uso di materiali non biodegradabili, la raccolta differenziata, e altre norme che in molte parti dell’Europa sono già prassi quotidiana.

Ho assistito alla bocciatura della mozione e soprattutto alla presa di posizione ideologica e strumentale di tutto il Pd ripolese, che si oppone e non vuole neanche discutere di questi temi.

Il consigliere PD Zanella ha definito queste proposte un “azione politica naif”, come se difendere l’ambiente, adottare forme e regole di economia che siano rispettose delle risorse naturali, limitino le risorse da fonti fossili, siano scelte da figli dei fiori.

Noi crediamo che impegnarsi ogni giorno in questa lotta, attuando ogni volta piccole modifiche che indirizzino la società ad un cambio di modello, siano determinanti. Loro pensano che sia Naif!!

E non solo !

Ho fatto una diretta twitter del #FiatoSulCollo, della serata di lunedì.

Il PD risponde alla mozione affermando che un tale regolamento per ‪#‎ecofeste‬ è eccessivo per le associazioni del territorio !!

A questo punto mi domando: ma l’amministrazione difende i cittadini o le associazioni?

Il ‪#‎PD‬ dice che andrebbe alleggerita la proposta di #ecofeste per non appesantire le associazioni, ma così facendo svuoteremmo la proposta e non servirebbe a niente. Quindi affermano che vogliono boicottare la proposta.

Chi sono le associazioni che il #PD a ‪#‎BagnoaRipoli‬ vuole difendere? Non saranno mica quelle che con feste di partito finanziano il #PD stesso o gruppi di interesse che portano voti e preferenze ?

Sulle #ecofeste il #pd dice che non si può continuare a mettere nuove regole e più pressanti che bloccano i cittadini che vogliono fare feste. Ma le regole ci sono già!!
Sono le regole che impongono di passare gradualmente verso la riduzione dei rifiuti tramite il progetto 20/20/20, che impongono multe della Comunità Europea salatissime, se non rispettiamo determinati limiti di raccolta differenziata !! Chiediamoci perchè l’amministrazione comunale non fa applicare alle attività commerciali con rigidità la raccolta differenziata, facendo ricadere i costi dello smaltimento indifferenziato su tutti i cittadini, facendo pagare a tutti i cittadini tasse salate su quantitativi procapite dei rifiuti falsati.

Ecco in che contesto si inserisce l’affermazione del consigliere Pd ‪#‎Zanella‬ : “la proposta è naïf”.

Ma Zanella dice di più e di paradossale: “La proposta non serve, è inutile. … allora andrebbero fatte anche le eco-famiglie, gli eco-negozi…”

Facciamoli! E’ l’unica strada per salvarci sia ambientalmente che economicamente.

Andrea Tj

********

EcoFeste: cosa sono?

http://www.ecofeste.org/

EcoFeste promosse da Novamont, Regione Liguria, Regione Umbria e Assobioplastiche.

Capofila del progetto Ecofeste è la Regione Liguria. Il progetto si propone l’obiettivo di promuovere e diffondere le buone pratiche di raccolta differenziata e riciclaggio nell’ambito delle manifestazioni che si svolgono nei Comuni del territorio regionale.

Nel giungo del 2012 la Regione Liguria e Assobioplastiche hanno firmato un protocollo d’intesa per sostenere l’innovazione e la riduzione dei rifiuti.

http://www.novamont.com/press/default.asp?id=737&id_n=15658

 Vi pubblico inoltre alcuni riferimenti di esempi già realizzati di adozioni di regolamenti EcoFeste in giro per l’Italia.

http://www.ecofestapuglia.it/

http://www.provincia.roma.it/news/bando-ecofeste-2014

http://www.comune.mezzago.mb.it/index.php/ambiente-e-sostenibilita/rifiuti/171-regolamento-comunale-ecofeste

http://trezzano5stelle.org/2015/01/ecofeste-mozione-approvata/

http://www.formigine5stelle.it/wordpress/tag/ecofeste/

http://sussurrandom.it/le-green-idea-del-movimento-5-stelle-approvate-dal-consiglio-comunale/

http://www.cremaoggi.it/2014/10/23/pioggia-di-mozioni-dal-movimento-5-stelle-sette-in-un-mese/

http://www.provincia.re.it/page.asp?IDCategoria=701&IDSezione=5200&ID=116466

@bar5stelle @quirinacantini

Pubblicato in M5S, Politica | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento