Musica dal vivo: Firenze sia un modello, non un trampolino per la carriera.

Da anni a Firenze si vive la lotta intestina che l’amministrazione comunale va facendo a tutti gli artisti di strada, musicisti per primi. Ricordo con simpatia e con dispiacere le lotte che Francesco Cofone, ai tempi dei primi anni ’90 all’ “Eskimo club”, faceva ormai 20 anni fà. Ricordo con tristezza però anche i tanti altri amici che lottano ancora oggi perchè si possa permettere l’espressione artistica in una città come questa.

musica-vivoComprendo chiaramente che non si possa deregolamentare totalmente il settore, perchè il centro di Firenze sarebbe un attrattiva troppo forte per tutti i tipi di intrattenitori pseudo-artistici e diventerebbe una bolgia invivibile più di adesso.

Ma non accetto neanche di essere preso per i fondelli dalla neo senatrice, Rosa Maria di Giorgi, in quota renziana, che sventola e sbandiera la sua proposta di emendamento in parlamento, all’interno del decreto “FARE”, per liberalizzare la musica dal vivo. Non ho gradito l’uso propagandistico che va facendo , in stile renziano, quando la stessa è consapevole che non sarebbe mai potuto passare , così com’è avvenuto.

Inoltre io credo che il problema sia locale e non nazionale, le competenze amministrative devono essere delle amministrazioni locali, devono essere le singole realtà locali a gestire ogni territorio per le peculiarità che esse possono offrire , anche se una legge di indirizzo nazionale non nuoce.

Quello che non trovo accettabile è questo  bifrontismo, ipocrita, nazionale/locale. La sig.ra Di Giorgi non è novellina della politica e a Firenze, nella Firenze Renziana ha avuto un ruolo importante all’interno di un partito e di una maggioranza bulgara, dove certe proposte potevano essere realizzate senza tante esitazioni.

Perchè sbandierare sul suo splendente blog, la sua fiammante pagina facebook questa azione se non per vantarsi di azioni propagandistiche alle quali il nostro amato sindaco ci ha abituato?  Mi pare proprio fumo negli occhi, proprio nello stile Renziano….

Perchè invece non hanno risolto il problema che grava sulla città fiorentina, creando un esempio, un modello, che poi poteva essere utilizzato per fare scuola nelle altre amministrazioni comunali e magari utilizzato per far passare un emendamento nazionale?

Credo che di politici in carriera che sono disinteressati al bene collettivo, ne siamo anche troppo ricchi.

Sen. Rosa Maria di Giorgi a cosa punta con la sua propaganda? A cosa punta questo investire in spot continui che trovo su facebook per fare campagna adesioni sulla sua pagina, a elezioni concluse?

Vuole forse candidarsi alla prima poltrona di Firenze al posto del suo untore?

Sarebbe carino forse prima risolvere con proposte concrete dove si può, prima di strombazzare; insomma fatti, non slogan di renziana scuola.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Musica dal vivo: Firenze sia un modello, non un trampolino per la carriera.

  1. iallero ha detto:

    e io sono totalmente d’accordo con te………..e ti ringrazio della citazione nell’articolo……….w la musica dal vivo ……..fonte di ispirazione e di espressione dell’individuo e della società…….e chiunque ne contrasti la sua divulgazione ………commette un crimine contro l’umanità ………………..la libertà di espressione( qualsiasi essa sia) è un diritto inalienabile e
    sacrosanto di ogni essere umano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...