La “riunione segreta” nel Movimento 5 stelle Toscano: si prepara un fronte interno? Chi ha partecipato?

(fonte: nota Facebook )

Appena poco dopo il voto di espulsione di Massimo Artini e della Pinna, dopo che molti si erano stracciati le vesti per difenderlo, solo pochi consiglieri e attivisti, hanno pubblicamente preso posizione e coerentemente da quanto annunciato hanno lasciato il movimento, anche se in modo discutibile e senza dare dimissioni, ma questa è una altra storia.

Nei giorni successivi all’espulsione, fu indetta una “riunione segreta”, segreta dato che gli invitati erano stati selezionati e invitati via sms e/o mail o chat, con selezione diretta.

Ho saputo di questa riunione alcuni  giorni dopo, ma adesso sto vedendo conferme e notizie allarmanti che mi offendono per la mancata coerenza e trasparenza di molti attivisti toscani, tra i quali tante persone con cui abbiamo condiviso anni di lotta e impegni insieme, ma soprattutto di portavoce eletti del Movimento.

La riunione è avvenuta il sabato 29 novembre 2014, a Firenze, al circolo Andrea Del Sarto, uno dei luoghi di ritrovo storici del Movimento fiorentino, quello, per non dimenticare, dell’assemblea finita con 5 volanti della polizia, dove un gruppetto di organizer voleva espellere 40 attivisti, tra cui me, per non aver fatto niente, ma solo nel dubbio che potessero fare qualcosa di nocivo all’interesse di una parte dell’assemblea, cioè ad un “gruppetto”.

La cosa interessante è che chi voleva attuare quell’espulsione, che l’aveva promossa e manipolato anche altre persone per promuoverla, erano poi quelli che si stracciavano le vesti contro le espulsioni più recenti.

Difendiamo il diritto di critica ma con coerenza e per tutti, e non quando fa comodo.

Adesso elencherò alcune informazioni che sono riuscito ad ottenere da alcuni partecipanti alla riunione segreta e alcune affermazioni apparse in rete sul meetup di Firenze.

Questa mia nota ha lo scopo di promuovere la trasparenza, perché da troppo tempo la gestione e organizzazione politica del movimento fiorentino e toscano è opaca.

Non conosco per certo la motivazione e l’odg ufficiale della riunione e non so perché sono stati invitati solo alcuni determinati attivisti.

Quello che è certo è che si ritrovarono molti simpatizzanti di Artini, attivisti e consiglieri comunali e non so se anche parlamentari, da tutta la toscana.

Dalle informazioni ottenute, la riunione aveva lo scopo di decidere cosa fare dopo l’espulsione di Artini.

Dato che molti sui loro profili facebook avevano minacciato che se si toccava Artini sarebbe venuto giù tutto (credo si intendesse a tutto il movimento toscano), immagino quindi che si dovesse decidere di quello appunto.

So per certo alcuni nominativi di partecipanti altri per sentito dire, per cui chiedo a loro di confermare, di rispondere e illuminarci del perchè e per come è successo e di cosa si è parlato.

Ho una lista di oltre venti nominativi che non pubblico per correttezza e che contatterò direttamente, ma a cui chiedo di rispondere velocemente qui, altrimenti pubblicherò io la lista.

Ecco chi ha già reso pubblica la sua presenza:

Miriam Amato, consigliera Movimento a Firenze, che ha prenotato la sala e quindi organizzato l’evento;

Katia Lobo Fiterman, attivista Movimento a Firenze del Meetup Firenze (storico).

Marco Farratini, attivista Movimento a Firenze del Meetup Firenze (storico), il quale mi ha già affermato che si era dichiarato contrario alla discussione e alle proposte emerse;

Pierfilippo Sauri, attivista Movimento a Firenze del Meetup Firenze (storico). Ha tentato di partecipare Antonio Di Rosa, il quale è stato buttato fuori e non è stato fatto partecipare.

Angelo Spensierato del Meetup Firenze (storico) e Meetup 5smFirenze ( legato a Silvia Noferi);

Soprattutto chiedo a chi ho nominato sopra,  di sapere chi era presente con certezza.

 

Dalle informazioni che ho io, erano presenti un 50/60 attivisti, molti altri nomi quindi e da tutta la toscana. 

 

Chiedo di comunicare in maniera ufficiale chi era presente, lo chiedo formalmente a chi soprattutto ha un ruolo politico tipo consiglieri e collaboratori parlamentari.

Di cosa si è parlato?

Sono certo che è stato proposto di uscire dal movimento e formare un nuovo soggetto politico.

E’ sicuramente stato discusso di questo.

So che qualcuno era favorevole e altri per opportunismo hanno proposto di rimanere dentro il movimento perchè unica chance di riuscire a fare qualcosa, ma tentare di cambiare le cose da dentro.

Adesso, aldilà di fare processi che lasciano il tempo che trovano, mi serve capire di cosa si è parlato, chi ha parlato, cosa è stato deciso, perchè tutta questa mancanza di trasparenza, non fa altro che affossare l’unità del movimento toscano e distrugge la possibilità di ottenere un risultato storico alle prossime amministrative regionali.

Che molti attivisti che sono nel tempo diventati amici di Massimo Artini, e che ci hanno lavorato insieme, abbiano avuto un vuoto dopo l’espulsione, un momento di sbandamento, è umano ed umanamente lo capisco.

Ma qui si sta parlando non di persone che si incontrano per parlare del lato umano della faccenda, ma per discutere se politicamente nuocere al movimento 5 stelle, minacciando di farlo venire giù, o di spaccarlo per farne uno nuovo o rimanere dentro per manipolarlo.

Allora la faccenda è ben più grave.

Io non ho fiducia in chi si riunisce in segreto per discutere di temi politici talmente importanti, che coordina e organizza decisioni e correnti all’interno del movimento.

Comprendo i dubbi venuti a tanti nei giorni dell’espulsioni, ma non li accetto, non li giustifico e non mi trovano concorde. L’ho già scritto prima e lo scriverò dopo, ma non voglio distogliere adesso attenzione dalla riunione segreta.

Questa mia nota vuole essere un occasione per tutti quelli che hanno presenziato, per fare chiarezza e mettere a tacere voci e insinuazioni che spererei solo infondate.

La cosa poi gravissima è che non è stata l’unica riunione fatta in segreto in quei giorni, altre seguirono con la presenza dello stesso Massimo Artini che girava nei territori.

Iniziamo a fare luce, per ridare forza al movimento in Toscana.

Andate a leggere i commenti dell’assemblea del prossimo 9 gennaio 2015,a Firenze:

(http://www.meetup.com/MoVimento5stelle-Firenze/events/219377399/)

il 29/12 Angelo scriveva:

Angelo Spensierato:“Oh, ma guarda, gradirei sapere cosa ha pensato la Katia ( Katia Lobo Fiterman) della riunione “tra amici” di quel sabato seguente all’espulsione di Artini, dato che era presente, credo sia una curiosità comune in diversi di noi”

Iscritto precedentemente (Katia ?)“Angelo, tu c’eri tra “gli amici” come dici tu. Eri lì e partecipavi. Eri lì per spiare, per capire o per cosa? Ricordati dell’onestà che dovrebbe essere sempre di moda!

Angelo Spensierato:“Certo che ero presente, dopo aver visto post decisamente “strani ” online in cui si parlava di questa “riunione”, volevo rendermi conto di quello che stava succedendo, magari tu eri stata invitata, io no, proprio come Di Rosa, che a quanto pare ha avuto le mie stesse percezioni. Mi ha dato fastidio vedere infamare Beppe, nonostante tutto quello che ha fatto per far nascere questa cosa bellissima che è il MoVimento, il richiamarsi a valori da cui i presenti si stavano distaccando, il chiamarsi già una diversa entità o volerne creare una in contrapposizione a noi.Persone mosse da opportunismo politico, alcune, altre spinte da vero furore, altri da erronee valutazioni, c’era effettivamente chi si sentiva tradito, ma credo fossero stati gli eventi precedenti a determinare lo stato d’animo, parole a caldo, interventi allucinanti, il tutto in un clima carbonaro, di esclusione e non inclusione come deve essere il MoVimento, ho visto un gruppo selezionato (non si sa come) in cui eravamo pochissimi intrusi (due o tre che non avevano lo stesso pensiero). E’ tutto 5stelle?

antonio di rosa:“In realtà io sono andato alla riunione perchè me lo ha chiesto Pietro che non poteva andarci perchè impegnato. Quando sono stato buttato fuori da 2 iscritti (che hanno sbagliato Movimento) Pietro (Trisciuoglio) ha telefonato a uno o due che erano presenti che hanno avuto timori a prendere posizione nei miei riguardi: questo fa capire il clima che ci fosse!”

 

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in M5S, Politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...