l’Assessore Saccardi ha paura del referendum sulla legge di riforma sanitaria regionale toscana.

L’assessore alla sanità regionale toscana sta proponendo la votazione di una legge riforma sanitaria, nuova, l’ennesima, dopo la precedente già approvata.

“Sanità da 10” la chiama il Pd, e ce la vende come una modifica voluta e dovuta come frutto di ascolto dei cittadini e istituzioni, così è stata voluta e portata all’approvazione per integrare i suggerimenti.

In questo momento l’assessore Saccardi, sta andando ad un incontro con gli attivisti del Pd al circolo Andreoni a Campo di Marte, e così con questo ultimo appuntamento inanellano una serie di incontri, organizzati ad arte per giustificare un percorso partecipativo.
http://www.pdtoscana.it/tredicesima-ed-ultima-tappa-del-tour-sulla-riforma-sanitaria-dei-consiglieri-pd-della-toscana-sanita-da-10/

Ma se domani o nei prossimi giorni si voterà, questi incontri non hanno niente di partecipativo, ma solo di promozionale. Ancora un volta il Pd toscano si dimostra ipocrita e subdolo, nello storpiare il significato della partecipazione.

La cosa più grave che sta dietro a tutto ciò, è che, modificando la legge, si annullano gli effetti della proposta di referendum che è stato depositato in Regione Toscana, firmato da 55.000 cittadini.
55.000 cittadini in due mesi scarsi hanno firmato per abrogare la legge di riforma sanitaria presentata in extremis da Rossi prima delle elezioni. Una finta riduzione e dimagrimento del corpo dirigenziale e del numero di Asl. Non cambierà niente, i costi rimarranno altissimi.
http://iltirreno.gelocal.it/regione/2015/11/10/news/il-pd-si-mobilita-per-spiegare-la-riforma-sanitaria-1.12422769

La nuova legge nella sostanza non cambia niente, cambia qualche dettaglio, ma la cosa che più di tutte cambia e garantisce il PD è l’EVITARE IL CONFRONTO CON IL POPOLO.

L’assessore Stefania Saccardi ed il suo presidente Rossi, hanno avuto una paura da 90 e hanno fatto le corse per modificare la legge e annullare la vecchia.
HANNO PAURA DI UN GIUDIZIO DEI CITTADINI E DI UN REFERENDUM.

Era solo del 24 novembre scorso l’invito del assessore verso sindaci e istituzioni a rispondere alla bozza di legge per darne un approvazione celere.
Venivano invitate le parti a leggere un documento di 132 articoli, complesso e delicato come quello sulla sanità, tema che occupa il 78% della spesa regionale, in pochi giorni.
http://www.movimento5stelletoscana.it/imbarazzante-la-scelta-partecipativa-pd-per-riforma-della-riforma-sanitaria/

Ci vediamo domani alle 15:00 al presidio sotto la Regione Toscana.

Loro non mollano, noi neppure.

ps:
Referendum Sanità: arriva il presidio ad oltranza dei comitati sotto la sede del Consiglio regionale

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2015/12/14/referendum-sanita-arriva-il-presidio-ad-oltranza-dei-comitati-sotto-la-sede-del-consiglio-regionale/
Copyright © gonews.it

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in quotidianità. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...