Firenze: il buco di bilancio pagato con le multe? L’assenza di una visione di futuro.

Segnalavo pochi giorni fa il problema di bilancio che il nostro Sindaco Nardella ha di circa 12 milioni di euro, ed ecco che da settimana scorsa i vigilini iniziano a passare regolarmente e fare multe a più non posso per i divieti di sosta.
Faranno cassa con le multe e noi pagheremo il buco di bilancio.
A marzo 2016 annunciava che avremmo pagato meno tasse, oggi scopriamo il buco di bilancio che pagheremo con le multe, tassazione indiretta, con l’aggiunta delle gravi irregolarità; inoltre da segnalare la pressione fiscale procapite dei cittadini fiorentini è aumentata notevolmente negli ultimi due anni, da 1.800€ circa a 4.400€. 
Ma quando ci sarà un sindaco che finalmente non solo non crea un buco di bilancio, ma lo riduce e armonizza le spese?
Ma quando avremo finalmente un sindaco che progetta soluzioni con investimenti a lungo periodo in modo tale da rendere l’esecuzione dei servizi non un costo ma un beneficio?
 
Ad esempio i rifiuti, che non sono un rifiuto, ma sono solo una risorsa , sono materie prime seconde, che hanno un valore, che invece ad oggi sono gestite come un costo per la collettività e un guadagno per la criminalità organizzata.
Abbiamo bisogno di un sindaco e di una classe politica che voglia guardare al futuro, non usare la città come vetrina per fare carriera, magari impersonando la comparsa in un film.
Serve a poco “vendere” la città per set cinematografico, se poi la città sta morendo, imbalsamata.
Certo, avremo Hollywood che parlerà di noi, la città sarà alla ribalta internazionale, e così crederanno di mettere a tacere le malelingue, ma io da fiorentino nativo e non adottivo, so per certo che non ho necessità che holliwood (si lo scrivo minuscolo appositamente) sappia della città di Firenze e ci faccia pubblicità. So che noi abbiamo i contenuti, noi abbiamo la cultura diffusa, la storia, non abbiamo bisogno di  riconoscimento e di promozione da parte di chi non ha saputo far altro che sfruttare per il profitto senza lasciare un mondo migliore.
Ieri mi sono dedicato la giornata alla visita dei Musei Fiorentini, ed ammirato nuovamente insieme a mia figlia di 7 anni e mia moglie, il panorama dalla torre di Arnolfo, degli Uffizi, con quadri di Lippi, Leonardo, Botticelli e tanti altri.  Opere dense di una cultura che ancora oggi dopo 500 anni ti lasciano senza parole. Ti immergi a contemplarle senza poter respirare.
Non abbiamo bisogno di approfittatori che scendono dalle colline di Rignano a usare la nostra cultura per farsi carriera, abbiamo bisogno di un nuovo futuro, dove ogni cittadino possa avere spazio per collaborare e partecipare al progetto del futuro, dove si possa tornare a contaminarsi così come si faceva nelle botteghe d’arte del rinascimento.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Futuro, Politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...